20 December 2017

Il futuro dei viaggi è superveloce

Latest Trend
Author
Carl

Da Hyperloop di Elon Musk al nuovo treno superveloce cinese: innovazione e tecnologia al servizio del settore dei trasporti.

 

La parola chiave dei viaggi del futuro sarà velocità. Il treno superveloce ideato da Elon Musk, Hyperloop, sta per diventare realtà. La partenza potrebbe essere fissata già nel 2019.

Hyperloop ha già svolto studi in Svizzera, Russia e Finlandia. Tra i primi itinerari possibili, ancora in fase di studio, si è parlato di alcune tratte: da Città del Messico a Guadalajara (532 km in 38 minuti) da Edimburgo a Londra (666 km in 50 minuti) o da Glasgow a Liverpool (545 km in 47 minuti). Questi percorsi verrebbero adeguati all’avveniristico sistema di trasporto ad altissima velocità all’interno di tubi in cui transitano le capsule in grado praticamente di volare a 1200km/h.

“Questa è l’alba di una nuova era dei trasporti”, ha affermato Shervin Pishevar, presidente esecutivo di Hyperloop One.

Tutti i componenti del sistema Hyperloop sono stati testati con successo, tra cui il motore elettrico, l’elettronica, la levitazione magnetica e il sistema di aspirazione.

hyperloop-one-treni-supersonici-percorsi-mondo-viaggio-veloce_oggetto_editoriale_800x600

[Photo credit: www.elledecor.it]

 

La Cina è pronta a sfidare l’imprenditore sudafricano Elon Musk con una nuova linea di treni volanti. Gli ingegneri della CASIC infatti stanno progettando treni in grado di raggiungere i 4000 km/h. Il progetto cinese è ancora più ambizioso: parliamo di treni superveloci che grazie alla levitazione magnetica riusciranno a viaggiare sottovuoto in gallerie tubolari raggiungendo i 4000 km/h. Una velocità che supera di 4 volte quella di un Boeing 787. Perché ciò diventi realtà sarà necessario costruire una rete di infrastrutture in grado di supportare simili velocità e tecnologie. Gli appaltatori cinesi hanno già annunciato che avrebbero trasportato il “treno volante” verso una sessantina di paesi in Asia, Medio Oriente, Europa e Africa ma non hanno mai ipotizzato una data possibile.

Numerosi sono i dubbi che il mondo si pone nei confronti del sistema di frenata di emergenza. Al momento a simili velocità è infatti impensabile riuscire a fermarsi rapidamente e la compagnia cinese dovrà capire come poter assicurare la fermata di emergenza ai propri treni volanti.

HyperloopTT_station-1

[Photo credit: hyperloop.global]

 

Ciò su cui molti scienziati nutrono dubbi inoltre è l’uomo. Il corpo umano sarà in grado di affrontare simili velocità?

Il professore Zhao Jian, si è mostrato particolarmente critico verso il progetto, in quanto a suo avviso l’uomo non potrà mai sopportare una velocità di 4000 km/h a meno che non si sottoponga ad addestramenti speciali, come nel caso degli astronauti.