9 September 2016

I gadget tecnologici più innovativi di ieri e di oggi

Tech
Author
Carl

Ci sono cose che non si possono dimenticare, soprattutto se si tratta di eventi o oggetti che hanno dato un contributo decisivo allo sviluppo tecnologico delle varie epoche.

Dal cercapersone, all’indistruttibile Nokia 3210 fino all’iPhone: quali sono gli oggetti che hanno fatto la storia o stanno contribuendo a cambiare il modo di vivere delle persone?

Abbiamo stilato per voi una lista di alcuni di questi gadget:

IBM Selectric Typerwriter

1 

(Wired.it) 

Era il 1961 quando la IBM Selectric Typewriter ha iniziato a portare un tocco di colore negli uffici di mezzo mondo grazie alle sue diverse colorazioni, tutte rigorosamente color pastello.

La grande novità apportata dalla IBM Selectric stava nella sua testina di stampa intercambiabile, che permetteva di spaziare tra font diversi sullo stesso documento.

Apple iBook

2

(theverge.com)

Un’altra rivoluzione “colorata” nel mondo informatico è stata l’introduzione dell’iBook di Apple: un portatile diverso dagli altri, a partire dalle sue tinte. Ma quello che ha consentito all’iBook di entrare nell’Olimpo delle innovazioni tecnologiche del ventesimo secolo è ben altro.

Si trattava infatti del primo laptop al mondo, in grado di collegarsi ad internet senza bisogno di un cavo!

ATARI 2600

3

(www.breakingtech.it)

La 2600 è una console a 8 bit prodotta da Atari a partire dal 1977. Ebbe un successo planetario arrivando a vendere oltre 30 milioni di esemplari. È stata prodotta fino al 1991 e viene ricordata come una delle console per videogiochi più longeve della storia. Vi dicono niente Pac-Man e Space Invaders? È grazie a questi giochi che, qualche tempo dopo, si è iniziato a parlare di una vera e propria atari-mania!

 Sony Play Station

4

(wired.it)

Sono già passati 22 anni da quando la Sony introdusse nel mercato la prima versione di quella che ancora oggi è la regina delle console per videogame: la famosissima Play Station! L’uso del CD-Rom come supporto per i giochi permise un notevole abbattimento dei costi, ma anche un grande aumento della resistenza all’usura. Oltre ai videogiochi, la Play Station supportava anche CD audio e a reso l’esperienza degli utenti ancora più coinvolgente. Tutti la volevano e, probabilmente, tutti ci abbiamo giocato almeno una volta!

Sony Walkman

5

(www.youtube.com)

Solo chi è cresciuto tra gli anni 80 e gli anni 90 può comprendere davvero cosa abbia significato il Walkman. Messo in commercio dalla Sony dal 1979, con oltre 200 milioni di pezzi venduti, questo oggetto ha trasformato per sempre il modo di ascoltare la musica. Per la prima volta le cassette si potevano ascoltare ovunque e comodamente: camminando per strada, stando in spiaggia o spostandosi con mezzi.

iPod

6

(wired.it)

Il successo del Walkman viene pian piano sostituito, prima dai lettori CD e in seguito da quelli MP3.

Il device che più di tutti ha avuto successo nel mercato dei supporti per la riproduzione musicale è stato l’iPod di Apple, lanciato nel 2001, e che aveva una capacità di 5 GB.

L’iPod è un vero e proprio gioiello di Apple e, in 15 anni, ha subito evoluzioni strabilianti continuando a essere un cavallo di battaglia della “Mela”.

Motorola Bravo

7

(wired.it)

Prima dell’arrivo dei telefoni cellulari c’è stata la grande invenzione di Motorola del 1986. Motorola Bravo è stato il cercapersone più venduto al mondo e ha rappresentato una vera e propria rivoluzione per l’epoca: permetteva di essere sempre reperibili, in qualunque posto e circostanza ci si trovasse.

Nokia 3210

8

(www.telegraph.co.uk)

Correva l’anno 1999 quando la Nokia mise in commercio il primo telefono cellulare senza antenna (che era posizionata all’interno) e con dei videogiochi installati, tra cui il mitico Snake. Il 3210 è stata la prima versione del celebre 3310. La sua batteria aveva una durata eccezionale e la sua ricezione era di alto livello, ma soprattutto era indistruttibile!

Si è sicuramente conquistato di diritto un posto nella storia.

iPhone

9

(www.theverge.com)

Passiamo dal 1999 al 2007, anno del lancio del primo iPhone.

Non poteva certo mancare nella nostra classifica dei gadget che hanno fatto la storia!

L’iPhone ha decisamente rivoluzionato il nostro approccio alla tecnologia. Non solo il design, ma anche le funzionalità, le App e il sistema operativo dello smartphone della Apple, hanno creato un nuovo modo di intendere il telefono, di accedere ad internet e di comunicare con gli altri.

Termostato Nest

10

(amazon.it)

È un dato di fatto che la tecnologia è parte integrante della nostra vita, e anche le nostre case sono sempre più automatizzate e controllabili tramite strumenti hi-tech.

Il primo device per la domotica che ha davvero avuto grande successo è stato il termostato di Nest. Quello che lo rende unico è che, grazie alla connessione a internet, “legge” le previsioni del tempo ed è in grado di spegnersi, accendersi e regolarsi in completa autonomia. Non c’è bisogno di schiacciare pulsanti o regolare manopole!

Tom Tom

11

(www.techfieber.de)

Naturalmente non potevamo ignorare il gadget che più di tutti ha cambiato le abitudini di automobilisti e amanti dell’on-the-road. Dal momento in cui venne liberalizzato l’uso della tecnologia GPS, il navigatore satellitare ha rivoluzionato il modo di orientarsi alla guida e Tom Tom ne è stato per anni il marchio più rappresentativo sul mercato.

Fitbit

12

(wired.it)

Non solo i navigatori satellitari riscuotono successo tra gli amanti dei motori. Fitbit è il tracker che ha sicuramente dato una spinta alla vendita dei device indossabili (in un anno sono stati acquistati 20 milioni di esemplari).

Alcuni wearable, proprio come Fitbit, possono aiutare a tenere monitorate le attività fisiche come le ore di sonno, i km percorsi e la stanchezza che potrebbero ostacolare le prestazioni alla guida di un veicolo. Per questo Fitbit si collega ad applicazioni come Octo U cercando di migliorare l’esperienza di guida degli utenti.